Primo maggio 2017 a Roma il Concerto per la festa dei lavoratori

Written by | Concerti

Il Primo maggio 2017 a Roma come tutti gli anni vi sarà il Concerto per la festa dei lavoratori da non lasciarlo sfuggire. Oggi ormai è una tradizione per noi italiani recarsi a Roma per ascoltare tanta musica non stop. Per ragazzi, e giovani è un evento a cui bisogna logicamente partecipare. Come ogni anno il concerto si svolge a Piazza Porta San Giovanni per ospitare i migliori artisti della musica italiana, però permette anche ai giovani musicisti nascenti di esibirsi di davanti a migliaia di persone.

Come arrivare a piazza San Giovanni

Per arrivare piazza San Giovanni si può prendere la metro tramite la linea A, l’uscita della ferrovia sotterranea di Piazza San Giovanni verrà chiusa per l’avvenimento del concertone, perciò bisognerà fermarsi o a via Manzoni oppure Re di Roma. L’inizio del concerto è previsto per le ore 15:00.

Concertone del primo maggio che cosa è

Il Concertone del 1 Maggio è una festeggiamento musicale nato nel 1990 ed organizzato oggi anno il giorno della Festa dei lavoratori, che appunto è il 1 Maggio, vicino la piazza di Porta San Giovanni a Roma. I sindacati che aderiscono, sono tre, i più importanti sindacati italiani: CISL, CGIL, e UIL. L’evento conduce nella capitale un numero elevato di spettatori che corrono da tutta l’Italia, per non perdere questo meraviglioso giorno di festa, che è anche trasmesso interamente dalla televisione. La manifestazione vi sarà nel pomeriggio e vedrà sul palco tantissimi gruppi musicali italiani, del palcoscenico musicale indipendente. Ogni gruppo si esibirà per un tempo moderatamente breve, infatti canterano oppure suoneranno tre o quattro canzoni, prima di dare spazio al seguente artista. Come al solito anche quest’anno saranno invitati ad esibirsi pure ospiti internazionali.

Abbondante divertimento, artisti ed logicamente musica a sazietà per tutta la durata della celebrazione: dalle 14,00 alle 23,00. Il concerto del 1 maggio è stato chiamato la (Woodstock italiana), in quanto si presentano celebri artisti non solo italiani ma anche internazionali, astri nascenti che di sicuro avranno un futuro pieno di successo musicale svincolati dagli usuali circuiti di suddivisione musicale. Fra gli obiettivi del spettacolo del 1 maggio c’è l’idea di allargare tra i più giovani una grande coscienza civile verso i temi più rilevanti dall’attualità fra i quali la pace ed il terrorismo, che ormai stiamo vivendo sempre con la paura di un attentato, com’è successo poche ore fa a Londra, e le grandi guerre dell’umanità tipo quelle cominciate dai lavoratori oltre 100 anni fa e condotte avanti per questi decenni.

Oltre agli slogan e alle comunicazioni dei sindacalisti il concerto del 1 Maggio è più che altro musica, che divieni un collante per tantissimi ragazzi che si vogliono divertire, cantare unitamente ad i propri beniamini abbandonando per alche ore i problemi e le difficili situazioni, internazionali e nazionali, che sono fuori dalla piazza.

Iscrizioni aperte, ecco tutte le informazioni

Voglio ricordarvi che già sono disponibili tutte le news pubblicate dal lunedì 20 marzo 2017 e fino al 5 aprile 2017 il pubblico potrà comunicare la propria simpatia dare il voto al video dell’artista preferito al link www.primomaggio.net/1mnext: il voto democratico espresso dalla Rete sarà addizionato a quello di una giuria di qualità fatta dagli addetti ai lavori. La valutazione finale di ogni singolo artista, oppure gruppo musicale, sarà decisa sommando, in quota equilibrata, il voto del Web con quello della Giuria di Qualità. La Giuria democratica Web inciderà per il 30% della valore finale e la Giuria di Qualità avrà invece peso pari al 70%.

In un secondo tempo, i finalisti si sfideranno dal vivo alla presenza della Giuria di Qualità, questa avrà il compito di selezionare solo tre nomi ai quali verrà autorizzato uno slot sul palco del prossimo concerto del 1 Maggio di Roma.

Ecco i 110 selezionati

Addio Proust!, Agosta, Amarcord, Andrea Cerrato, Antonio Langone, Audio Magazine, Bif, Black Beat Movement, Bosco, Brilla, Cagliostro e l’Alchimia, Cecco e Cipo, Cicciuzzi, Cortex, Cristina Russo Neosoul Combo, Damasco, Damash, Damiano Mulino, DeltaWaves, Diecicento35, Doc Brown, Doro Gjat, Droning Maud, Earthset, Electric Circus, Etimo, ExtraDry, Galoni, Hazan, I Beddi Musicanti Di Sicilia, I Giardini di Chernobyl, I Misteri del Sonno, I Profugy, I Santi Bevitori, Il Branco, 60 Frame, Il Grande Capo, Il sogno della Crisalide, Incomprensibile Fc, Ivan Granatino, La Governante, , Lady Madness, Lapingra, Lastanzadigreta, Le Fasi, Le Furie, Le Maschere, Le Strade del Mediterraneo, Livio Livrea, Lo yeti, Lorenzo Di Deo, Lorenzo Summa, Lovespoon, Luca D’Aversa, Luca Loizzi & la Folk ‘n Roll Band, Marat, Marco Ancona, Maripensa, Massimo Francescon Band, Mexico86, Mik, Misga, Mistura Louca, Molla, Monica Pinto, Moody, Mud, Nadiè, Neon Ma, Never Trust, Neveralone, Nudi, Out Of Place Artifacts, Parranda Groove Factory, Pasquale Demis Posadinu, Poveroalbert, Puntinespansione, Pupi di Surfaro, Random Clockwork, Raniss, Renanera, Rocky Horror, Salamone, Serena Abrami, Sha’Dong, Simone Fornasari, Simone Gamberi, So Does Your Mother, Stanis, Suntiago, Symo, Tamuna, Tartaglia Aneuro, The Bankrobber, The Bubbles, The Flyers, The General Brothers, The Panicles, The Sick Dogs, TheRivati, Twee, Twist Contest, Vhsupernova, VillaZuk, Visioni di Cody, Zebra Fink, Zein, La Scala Shepard, Sica, Matteo Passante e la Malorchestra,

Leggi anche: Ponte Primo Maggio a Roma

Last modified: 23 marzo 2017