Il telescopio Hubble compie 25 anni

Written by | Tecnologia

Il telescopio Hubble compie venticinque anni e viene festeggiato dalla Nasa e da tutto il mondo scientifico. Il lancio, avvenuto il 25 Aprile del 1990 con lo Space Shuttle Discovery, ha permesso di conoscere sempre meglio lo spazio, consentendo di avere una visuale ampia anche delle galassie più remote e, fino ad ora, inesplorate. Il telescopio spaziale è stato battezzato con il nome dell’astronomo Edwin Hubble che si è occupato della velocità dei recessione delle galassie con Humason.

Breve storia del telescopio Hubble

Durante i venticinque anni di attività, il telescopio spaziale ha osservato più di 38mila corpi celesti, ha compiuto per circa 137mila volte l’orbita terreste accumulando, nel complesso, circa un milione di osservazioni. In occasione di questa importante ricorrenza, la Nasa ha deciso di rendere pubbliche delle immagini particolarmente suggestive relative alle stelle Westerlund 2 che appartengono alla costellazione della Carena. Si tratta di scatti unici relativi alla nascita di stelle appartenenti alla nostra galassia che si contraddistinguono per il loro calore e che hanno circa due milioni di anni. L’attività di Hubble ha permesso di ammirare le fasi principali durante le quali si formano le stelle centrali che si trovano in un’’area pota a circa 20mila anni luce dal nostro pianeta.

Le scoperte grazie al  telescopio Hubble

Grazie all’Hubble space telescope, il cui acronimo è HST, è stato possibile approfondire la conoscenza delle stelle e delle galassie ma anche vedere, con grande precisione, lo scontro avvenuto fra la cometa/Shoemaker-Levy 9 ed il pianeta Giove nel 1994.
Si deve proprio a questo storico telescopio il primo scatto, a colori naturali, del sistema solare che risale agli inizi del 1990.

La Nasa ha iniziato a mettere a punto un nuovo, e più efficiente, telescopio che potrebbe essere lanciato in orbita nel 2018 e che dovrebbe prendere il nome di James Webb, amministratore della Nasa. Fra qualche anno, quindi, nello spazio potrebbe arrivare uno strumento molto sofisticato che potrebbe essere affiancato allo storico Hubble.

Last modified: 1 Maggio 2015