Scuole Chiuse Lunedì 12 Dicembre 2016 per lo sciopero docenti: dove a Roma, Milano, Napoli e Torino, notizie oggi

Written by | Italia

Per il prossimo lunedì 12 dicembre si preannuncia uno sciopero che coinvolgerà moltissime scuole italiane. Saranno certamente interessate tutte le città senza esclusioni, comprese dunque Roma, Milano, Napoli e Torino. Vediamo insieme quali sono le motivazioni.

Sciopero docenti lunedì 12 dicembre: protesta contro mobbing

Quello indetto per lunedì 12 dicembre 2016 dal SAESE, è uno sciopero a carattere nazionale, comunicato dal Miur e rivolto a tutto il personale docente e ATA a tempo indeterminato, determinato, atipico e precario. I Dirigenti poi, tramite il portale SIDI dovranno rilevare il numero dei docenti aderenti  e comunicare alle famiglie (nel caso si evidenziasse una corposa adesione) l’eventuale impossibilità di garantire il corretto  svolgimento delle lezioni. Tuttavia questa volta assistiamo ad una protesta che non ha come sfondo il rinnovo del contratto o l’incremento degli scatti stipendiali ( fermi da oltre otto anni) ma il rischio di mobbing che si inizia a paventare anche all’interno del comparto scuola. Il Segretario nazionale del SAESE, il dott. Francesco Orbitello, sottolinea il pericolo di una vasta deriva che potrebbe investire la scuola, di cui il caso del maestro di Siena, licenziato senza preavviso dopo ben 12 anni di atteggiamento persecutorio potrebbe essere l’esempio. Non si ravvisano tutele nei confronti dei docenti che, in caso di mobbing, hanno l’obbligo di fornirne le prove, cosa spesso del tutto impossibile, dato che all’interno di contesti problematici tutti mostrano  perplessità a denunciare. In particolare, Orbitello  s’interroga sul ruolo dei Comitati Unici di Garanzia (CUG), istituiti presso il Miur e presso ciascun USR a livello regionale, dovendo in teoria garantire correttezza ed imparzialità . Sembra, dalle parole espresse dal segretario del SAESE che, nei confronti del caso del dott. Fontani (l’insegnante di Siena), il CUG operativo presso l’USR Toscana, non sia stato particolarmente incisivo, in considerazione del fatto che per il docente suindicato erano state addirittura presentate due interpellanze parlamentari, allo scopo di sensibilizzare il governo al problema del mobbing all’interno della scuola.

Notizie sciopero: scuole aperte o chiuse?

Lo sciopero indetto per lunedì 12 dicembre è dunque un’ iniziativa di solidarietà di tutto il mondo della scuola verso lo sfortunato collega ma, soprattutto, si prefigge di accendere i riflettori su una questione scomoda, strettamente collegata alla convivenza democratica e civile, ambito all’interno del quale ogni singolo istituto scolastico dovrebbe brillare per potersi proporre ,attraverso mirati percorsi esperenziali , come modello di riferimento per famiglie e studenti. Si chiede dunque a gran voce la formulazione di una legge anti mobbing specifica per la scuola , in considerazione del ruolo delicato e fondamentale dalla stessa svolto all’interno della società. Inoltre, date le motivazione sopraindicate, è probabile che la maggior parte delle scuole resteranno aperte, malgrado non possa essere garantito il normale svolgimento delle lezioni.

Last modified: 10 Dicembre 2016