Dolci Natale 2016-2017: ricetta panettone e pandoro fatto in casa, migliori idee

Written by | Italia, Magazine

Natale è il tempo dei dolci e delle prelibatezze, in parte qualcosa abbiamo già acquistato, il resto lo acquisteremo. Molte ricette si tramandano da generazioni nelle nostre famiglie: un dolce particolare, un segreto da non svelare, l’aggiunta di un ingrediente speciale  per realizzare la ricetta perfetta. E così ci si cimenta con i tanti dolci tipici regionali, perché la festa ha colori e sapori diversi nei contesti ricchi e variegati di ciascun paese e provincia, salvando per la buona pace degli artigiani produttori, proprio quelli che del Natale rappresentano il vero simbolo: il Panettone ed il Pandoro.  E se il primo è più popolare a Milano, il secondo è irrinunciabile a Verona, come anche nel resto d’Italia. Vediamo come prepararli in casa e quali sono le ricette migliori.

Dolci Natale 2016-2017: ricetta panettone di Iginio Massari

Il grande Iginio Massari, chef stellato di fama nazionale, ci suggerisce qualche dritta per cimentarci nella creazione di un panettone da leccarsi i baffi. Ammettiamolo però, il già citato dolce lombardo non ha mai unito molte papille gustative: c’è chi lo ama per il suo particolare sapore, dolce ma allo stesso tempo deciso, e c’è chi lo odia per la sua spolverata di canditi dell’impasto.

Ma adesso veniamo alla preparazione, quindi munitevi di carta e penna. Secondo il pasticcere, l’elemento essenziale per un buon dolce sta nella qualità del lievito impiegato. Sarà proprio così? Andiamo a vedere!

La ricetta si divide nella realizzazione di due impasti, e per prepararli dovremo avere a disposizione i seguenti ingredienti (niente di troppo ricercato):

Primo impasto

  • 120 gr di tuorli
  • 100 gr di lievito madre
  • 400 gr di farina bianca 00
  • 100 gr di burro
  • 140 gr di acqua
  • 120 gr di zucchero

Secondo impasto

  • 5 gr di scorza d’arancia
  • 5 gr di scorza di limone
  • 200 gr di uvetta
  • 150 gr di cubetti di arancia candita
  • 50 gr di cedro candito
  • 70 gr di acqua
  • 8 gr di sale
  • 100 gr di farina bianca 00
  • 130 gr di tuorli
  • 100 gr di zucchero
  • 25 gr di miele
  • 150 gr di burro

Procederemo all’inizio col primo impasto, lavorando dapprima la farina unita all’acqua e allo zucchero e, dopo circa 16 minuti, aggiungeremo all’impasto i tuorli, il lievito madre e il burro. Quando l’impasto ci sembrerà liscio, lo lasceremo lievitare in una stufa per 10-12 ore.

Per il secondo impasto, dovremo lavorare la precedente pasta aggiungendo farina ed aromi e, successivamente, zucchero, miele e tuorli. Dopo averlo rilavorato per un paio di minuti, aggiungeremo la frutta candita e il burro fuso. Finita quest’operazione, metteremo l’impasto in uno stampo circolare e, dopo averlo fatto lievitare per 6-7 ore, lo inforneremo (a 170 gradi per circa 50 minuti) e, sì, finalmente lo gusteremo.

Ricetta pandoro fatto in casa semplificato

Anche il tanto amato Pandoro di Verona ha un procedimento  estremamente lungo, dato che prevede la sfogliatura con il burro. Noi vi proponiamo una ricetta modificata di www.dolciricette.org , molto più semplice da replicare rispetto all’originale ma altrettanto gustosa. Il risultato vi stupirà.

Ingredienti

  • 25 gr di lievito di birra
  • 50 gr di latte
  • 3 tuorli
  • 2 uova
  • 200 gr di burro
  • 1 fialetta di vanillina
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 300 gr di farina
  • 1 pizzico di sale
  •  zucchero a velo q.b

Per prima, procediamo con lo sciogliere il lievito nel latte appena tiepido. Dopo, montiamo tuorli e uova insieme, aggiungendo il burro precedentemente sciolto e fatto raffreddare, la vanillina, lo zucchero semolato ed il composto di latte e lievito. Aggiungiamo, per ultimi, il sale e la farina e continuiamo a lavorare finchè l’impasto non sarà liscio e sodo. Lasciamo lievitare per un paio d’ore (se lo preferite più soffice anche un po’ di più, fino ad un massimo di tre ore). A lievitazione ultimata, impastiamo di nuovo e mettiamo l’impasto all’interno dello stampo, per farlo lievitare nuovamente fino al raggiungimento del bordo (potete coprire con un canovaccio o pellicola per alimenti). Inforniamo a 180 gradi per 20 minuti, poi abbassiamo la temperatura a 160 e continuiamo la cottura per altri 20 minuti. Controlliamo la cottura con uno stecchino e, una volta che il pandoro si sarà raffreddato, togliamolo dallo stampo e cospargiamolo di zucchero a velo.

Last modified: 12 Dicembre 2016