Bonus Mamma Domani News Dicembre 2016-Gennaio 2017: requisiti, importo e regolamento

Written by | Economia, Intrattenimento, Italia

Dalla Legge di Stabilità arriva un nuovo aiuto per le neo mamme ed i neo papà. Il suo nome è “Bonus Mamma domani” (o anche Bonus Natalità o Assegno di Natalità 2017), vediamo quali sono i requisiti, l’importo effettivo ed il regolamento completo.

Bonus Mamma Domani: cos’è, requisiti e ultime news

Il Bonus Bebè nasce ad opera della legge di stabilità n.190 del 23 dicembre 2014. L’Assegno di Natalità è un particolare tipo di assegno attribuito annualmente ad ogni bambino nato o adottato in un intervallo di tempo che va dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, e corrisposto mensilmente alla famiglia fino al terzo anno di vita del nascituro o, in caso di adozione, al termine del terzo anno dall’ingresso del bambino nel nuovo nucleo familiare. Ma questo riguardava il 2016: infatti, il bonus  presente anche nel 2017, sarà raddoppiato e durerà ben 5 anni.

Il Bonus Bebè parte con l’idea di aiutare quelle famiglie con a carico un figlio che versano in  situazione economica all’interno della  quale il valore dell’ISEE non corrisponde ad un guadagno maggiore di 25.000 euro annui.

La cifra riguarda però anche le famiglie affidatarie, che hanno diritto alla ricevuta del bonus qualora sia stato corrisposto dapprima alla famiglia d’appartenenza, la quale per legge ha il dovere di cederlo. Secondo però le nuove leggi introdotte dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri nell’anno 2013, tenendo in considerazione sempre e comunque il reddito ISEE, il nucleo familiare affidatario, per poter ottenere la cifra, dovrà possedere in ogni caso un’entrata economica minore o uguale a 25.000 euro annui.

Regolamento e suddivisione importo

L’assegno, diviso in 12 bonus mensili, sarà retribuito in base al reddito ISEE della famiglia del figlio. A chi possiede un ISEE non superiore, come detto in precedenza, a 25.000 euro annui, sarà corrisposta una cifra di 960 euro annui ( 80 euro mensili per 12 mesi ) mentre, per chi ha un ISEE inferiore ai 7000 euro annui, la cifra sarà di 1920 euro annui ( 160 euro mensili per 12 mesi ).

Se siete interessati a richiedere il bonus, per veder  accettata la vostra richiesta, dovrete possedere diversi requisiti. In primis convivere con il proprio figlio, occorre poi risiedere in Italia, possedere la cittadinanza italiana o almeno, in caso di cittadini di paesi extracomunitari, un permesso di soggiorno UE a lungo periodo. E’ possibile presentare la domanda per via telematica collegandosi al sito dell’INPS e compilando l’apposito modulo nella sezione indicata. Per chi invece preferisse agire per vie più tradizionali e compilare la domanda cartacea, basterà recarsi ad un centro CAF di assistenza o un qualunque Patronato di competenza.

Last modified: 16 dicembre 2016