Legge 104 2017: novità, che cos’è e a chi spetta, requisiti completi

Written by | Intrattenimento, Italia

La legge 104 è quella che garantisce a tutti i cittadini italiani diversamente abili di godere dei medesimi diritti degli altri garantendo assistenza economica, lavorativa e dunque anche integrazione sociale. Ultimamente sono stati apportati dal Governo Renzi alcuni cambiamenti al riguardo: scopriamo dunque quali sono le novità introdotte e quali sono i requisiti necessari affinché se ne possa usufruire.

Legge 104 2017: chi riguarda e agevolazioni

L’introduzione della Legge 104 risale al 1992 e dà la possibilità a coloro che vivono con disabilità psichiche o fisiche, di usufruire di alcuni vantaggi aventi come scopo la diminuzione dell’esclusione sociale. Resta invariato nonostante le modifiche apportate con la legge di Stabilità, il fatto che possono beneficiare delle agevolazioni che la legge concede, non solo i disabili in prima persona, ma anche i figli ed il coniuge.

Tra le novità introdotte nel 2017 vi è l’aumento delle sanzioni alle quali dovranno sottostare i falsi invalidi e tra queste vi è anche il licenziamento diretto e senza alcuna anticipazione. In base agli ultimi aggiornamenti, sono queste le agevolazioni a cui vanno incontro i beneficiari della legge 104, compresi ovviamente anche i familiari del disabile: assenza di tre giorni consecutivi giustificata sul proprio posto di lavoro, permesso di ottenere un trasferimento per lavorare in una sede vicino casa, rifiuto di svolgere il proprio lavoro nelle ore notturne, diritto di avere modificato il contratto di lavoro da full-time a part-time ed infine il beneficiario di tale legge può anche decidere di assentarsi dal lavoro per tre anni solo se giustifica di avere realmente la necessità di assistere il figlio disabile ancora non maggiorenne.

Tra le agevolazioni si considerano ovviamente anche le detrazioni fiscali, che diminuiscono con l’aumentare del reddito. Ecco alcuni esempi di detrazioni che è possibile richiedere: l’acquisto di mezzi di locomozione per disabili e le spese derivanti dalle visite mediche alle quali è possibile applicare una diminuzione del 19% purché non si superino i 2.100 euro di spesa e i 40 mila euro di reddito. I beneficiari della legge usufruiscono anche dell’esenzione del bollo auto e di uno sconto al momento dell’acquisto di una vettura adibita al loro trasporto. Infine rientrano tra le cosiddette “spese bonus” anche quelle che i familiari sono tenuti a dover sostenere per l’abolizione delle barriere architettoniche come: aiuole, ascensori o muri che intralciano il passaggio autonomo del disabile.

Quali requisiti è necessario possedere per usufruire della Legge 104

Per ottenere l’abilitazione ed usufruire così dei bonus della legge 104 è necessario superare un percorso durante il quale verrà verificata e dimostrata la percentuale di disabilità posseduta dal richiedente. Il primo passo è quello di presentare un certificato medico in cui si descrive interamente la patologia. Questo certificato va allegato alla domanda che il richiedente deve compilare presso un CAF o Patronato o direttamente ad uno sportello INPS.

Dopo questi passaggi, il richiedente verrà chiamato per sottoporsi agli accertamenti e alle visite mediche che saranno effettuate e giudicate da parte di medici ospedalieri e in presenza anche di un medico dell’INPS. Dopo la comunicazione dell’esito, se questo risulta accertare l’esistenza della disabilità, verrà consegnato uno specifico certificato che permette di usufruire delle agevolazioni sopra descritte. Il riconoscimento della percentuale d’invalidità parte dal 34% ed arriva al 100%.

Last modified: 25 gennaio 2017