Eutanasia: Dj Fabo va in svizzera

Written by | Cronaca

eutanasia-campagna-libero-fabo

Dj Fabo è andato in Svizzera per chiedere l’eutanasia. L’annuncio arriva da un video di Marco Cappato esponente radicale che lo ha accompagnato. EX dj simbolo della battaglia per l’eutanasia, ha iniziato così, quello che potrebbe essere il suo ultimo viaggio. Dopo le visite mediche, solo dopo, potrà prendere la decisione finale. Potrebbe anche ripensarci, perché sarà lui a dire l’ultima parola sulla sua vita.

Fabo: Libero fino alla fine

Libero fino alla fine come ha voluto che si chiamasse la sua campagna a sostegno della legge sul biotestamento. Proposta dall’Associazione Coscioni, è ferma in Parlamento da anni. Fabo è partito proprio oggi. Dalle pagine del quotidiano Avvenire un altro ragazzo Matteo lo pregava di fermarsi di ripensarci perché noi, ha scritto Matteo, miglioriamo il mondo. Ma Fabo proprio in nome della vita, va nella direzione opposta perché non sopporta più di essere imprigionato in un corpo che non si muove, non sopporta più l’oscurità e nel rispetto di quello che lui vuole, pensa e sogna, ha chiesto la voce in prestito alla sua ragazza Valeria, per mandare un messaggio al Presidente della Repubblica.

Il Messaggio di Fabo a Mattarella

“Valeria, la mia ragazza, che ora mi presta la sua voce per rivolgermi a Lei signor Presidente. Perché io faccio molta fatica a parlare.” Tre giorni fa un altro video per esprimere tutta la sua rabbia contro un sistema politico che non decide. E mentre noi siamo ancora qui a porci lo stesso problema, chi chiedeva aiuto ha già attraversato le Alpi.

I precedenti casi di eutonasia in italia

Uno dei casi che senza dubbio fece scalpore in Italia fù quello dell’ ingegnere di Monza Ezio Forzate.Il 21 giugno del 98, si introdusse nel reparto di terapia intensiva, dove la moglie Elena Moroni era ricoverata in coma irreversibile. In una mano una pistola scarica, con cui riuscì a tenere a distanza il personale di servizio. Con l’altra riuscì a staccare il respiratore che teneva in vita la moglie. Un gesto che apparve, nonostante tutto, in tutta la sua umana disperazione.

Condannato e poi assolto, perché la donna fu considerata già clinicamente morta al momento del fatto, apri per la prima volta uno squarcio nelle coscienze e sollevò mille interrogativi.

Le proposte di legge sull’ eutanasia

Eppure da quegli anni la politica non si è mai fatta carico davvero del problema. Se ne è discusso, ma senza trovare mai una risposta, passando nel frattempo per la sofferenza di altre storie. Come quella di Piergiorgio Welby, Eluana Englaro Giovanni Nuvoli, Luca Coscioni, Terry Schiavo. E oggi Dj Fabo. Storie di persone rimbalzate dalle aule di tribunale in consessi di etica e Filosofia fino alle aule del Parlamento, dove sono ben sei le proposte di legge.  L’ultima depositata solo un anno fa. Tutte ferme, incastrate tra regole ed etica tra scienza e coscienza. Ma uno Stato ha il dovere di dare risposte anche alle domande più difficili.

Last modified: 27 febbraio 2017