Il Trono di Spade: tutto sulla settima stagione

Written by | Intrattenimento, Televisione

Dalla messa in onda della prima puntata della settima stagione de Il Trono di Spade, la serie tv più seguita nel mondo non ha faticato ad affermarsi nuovamente come un successo planetario.
Solitamente i telefilm subiscono un “abbandono” da parte del pubblico che si stanca o semplicemente si disinteressa, ma non è questo il caso.
In controtendenza rispetto a tutte le altre produzioni seriali, Il Trono di Spade è infatti l’unica fiction che stagione dopo stagione ha registrato un costante aumento degli ascolti.
HBO ha dichiarato che la première della settima stagione è stata vista da ben oltre 16 milioni di persone, registrando così un incremento del 50% rispetto al primo episodio della sesta stagione.
Questo è a tutti gli effetti un trend tipico della serie, basti considerare che il primo episodio della prima stagione è stato visto da “soli” 3.3 milioni di spettatori.
Un dato che non sorprende, poiché già nel 2014 Il Trono di Spade si affermò come una delle serie tv più viste di sempre, battendo per numero di pubblico la fortunatissima serie I Soprano.
È dal 2011 che Il Trono di Spade ha fatto il suo ingresso nelle tv di tutto il mondo e da quel 17 aprile di 6 anni fa le cronache del mondo di Westeros si sono assicurate un successo internazionale che ha mietuto ben 38 Emmy, di cui due consecutivi come “Miglior serie televisiva drammatica” nel 2015 e nel 2016.

Il Trono di Spade – settima stagione, il penultimo capitolo

Con questa nuova stagione de Il Trono di Spade, la storia sospesa tra fantasy, medioevo, sesso, astuzia e violenza sta per giungere alla sua conclusione.
Sono 7 le puntate per questa penultima stagione, di cui gli ultimi due episodi, ossia il 6° e il 7°, dovrebbero durare tra i 70 e gli 80 minuti.
Le fila della trama tanto sapientemente intessuta nel corso degli anni stanno per essere tirate e i nodi narrativi stanno per essere risolti, o almeno così sembra.
Dopo ben 6 stagioni di attesa, finalmente Daenerys Targaryen è giunta nel continente occidentale, Westeros, con il suo seguito composto dagli Immacolati, dai Dothraki, Tyrion Lannister, Yara e Theon Greyjoy e gli immancabili draghi – ben 3.
Ad attenderla, c’è una spietata Cersei Lannister divenuta regina dei 7 Regni e alla ricerca di alleati forti per combattere la guerra imminente che sta per scatenarsi per la conquista del Trono di Spade.
Non è però questa la guerra che, sul versante settentrionale del continente, preoccupa Jon Snow. Questi è invece tormentato dall’incombente discesa degli Estranei.
L’Inverno è ormai arrivato a Westeros e Jon teme un’invasione del popolo dei non morti. Per fortuna, dalla sua posizione di Re del Nord, Snow può riunire i Signori del Nord e prepararli per una delle guerre più terrificanti e temibili di tutta la storia del Continente Occidentale.
Jon Snow è accompagnato dalla sua sorellastra, o meglio cugina date le visioni di Brandon Stark della sesta stagione, Sansa Stark e dall’imperscrutabile e scaltro Ditocorto.
Nonostante l’attenzione del Re del Nord sia prevalentemente rivolta agli Estranei e a come preparare delle efficaci difese, non può trascurare ciò che accade più a Sud del suo Regno.
È imminente nella settima stagione de Il Trono di Spade un incontro tra Daenerys e Jon e lo scontro che tutto il pubblico attende: quello fra le casate Lannister, Targaryen e Stark con tanto di draghi svolazzanti e sputafuoco al seguito.

Ci sono ancora news per Il Trono di Spade?

Se Il Trono di Spade nella settima stagione ha ancora qualche news da essere scoperta, ebbene, questa non può che essere legata allo sviluppo della trama e di ciò che accadrà nei prossimi episodi di questa penultima stagione.
Come ha confermato l’attore che interpreta Jon Snow, ossia Kit Harington, durante le riprese sono state girate molte scene “fake”, ossia dei falsi per confondere e depistare i curiosi che avrebbero potuto trarre degli spoiler sbirciando i momenti della produzione.
È ormai pressoché impossibile conoscere i futuri sviluppi della trama.
È già dalla produzione della quinta stagione che Il Trono di Spade si è discostato dai libri di George R. R. Martin. La serie tv nasce infatti come riproduzione, almeno fino alla quarta stagione, dei fatti riportati nei libri de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, scritti appunto da Martin.
Il problema è che la velocità di scrittura dell’autore non si confà ai ritmi ossessivi delle produzioni televisive e quindi gli sviluppi dell’intreccio de Il Trono di Spade, settima stagione inclusa, sono ormai nelle sole mani degli sceneggiatori.
Questi, stando ai risultati raccolti fra il pubblico, stanno facendo un lavoro niente affatto male.
All’uscita di ogni nuovo episodio abbondano le news su Il Trono di Spade, curiosità riguardanti i passaggi messi in onda, i retroscena e le teorie sui prossimi sviluppi, alcune di queste basate anche su interpretazioni metaforiche di certe inquadrature, come nel dialogo tra Cersei e Jaime Lannister nel primo episodio della settima stagione.
Curiosi di scoprirlo?
Quando i due fratelli parlano sul pavimento su cui Cersei sta facendo dipingere una mappa di Westeros, i due si trovano in due punti particolari del Continente: lei è su una regione nota con il nome di The Neck, ossia il collo, mentre lui è sulla parte della costa caratterizzata da dei fiordi e per questo chiamata The Fingers, ossia le dita.
I più fantasiosi hanno ipotizzato che questa sarà la morte di Cersei per mano di Jaime, ovverosia con le dita del fratello attorno al suo collo.
Curioso, vero?

Last modified: 23 novembre 2017