Smartphone Google Pixel 2: data di uscita in Italia e prezzi

Written by | Tecnologia

Avete già sentito parlare di Google Pixel 2 e Google Pixel 2XL?
Si tratta della nuova generazione di smartphone della grande G, il più noto e utilizzato motore di ricerca del web.

Ad un anno di distanza dall’uscita del primo Google Pixel smartphone, e nonostante il livello di vendite non eccelso riscontrato (soprattutto se confrontato con i prodotti equivalenti Apple e Samsung), Google ci riprova: la presentazione è avvenuta nel corso di un grande evento tenutosi a San Francisco, in California.

Il design del Google Pixel 2

Il design dei nuovi Google Pixel 2 e Google Pixel 2XL non è molto distante dai primi modelli presentati l’anno scorso: molto essenziale nelle linee e con qualche tocco di colore in più.
Entrambi i modelli sono stati dotati degli stessi processori, della stessa fotocamera e delle medesime funzionalità.
Le uniche vere differenze sono la batteria e lo schermo: da 5 pollici nel caso del Google Pixel 2, e da 6 pollici per il Google Pixel 2 XL. Su entrambi i modelli lo schermo non ricopre integralmente la parte frontale del telefono, come invece avviene sugli iPhone X e sui Samsung più recenti.

Android e Google Assistant

I Google Pixel 2 e Google Pixel 2 XL utilizzano Android Oreo, l’ultima versione del sistema operativo di Google, e non hanno quasi nessun’altra personalizzazione che potrebbe rallentarne o modificarne il funzionamento, problematica che invece conoscono bene i clienti Samsung.
Un’innovazione interessante è la possibilità di spremere lievemente i lati del telefono, mentre lo si impugna, per attivare Google Assistant, l’assistente personale che fa molte più cose di Siri sugli iPhone, sfruttando ovviamente la grandissima mole di informazioni che Google ha catalogato in questi anni.

Schermo, processore e caratteristiche

Gli schermi usati hanno dimensioni diverse ma uguali caratteristiche: su entrambi i telefoni sono di tipo OLED, quindi più definiti degli iPhone 8 con un rapporto nel contrasto di 100.000:1 rispetto agli iPhone 8 che con i loro LCD arrivano a 1.400:1. A differenza degli LCD, che hanno sempre bisogno di un pannello che li illumini posteriormente, con gli OLED vengono accese solo le parti di schermo che devono essere colorate, lasciando spente quelle dove c’è il nero.
Questo sistema permette ovviamente di risparmiare batteria e, al tempo stesso, di avere funzionalità che tengono sempre accese piccole parti dello schermo.
Nel caso dei Google Pixel 2 e Google Pixel 2 XL, il sistema viene usato per mostrare sempre l’ora, la data, le ultime notifiche e persino un sistema automatico di riconoscimento delle canzoni riprodotte nell’ambiente in cui ci si trova simile a Shazam ma che non utilizza la connessione ad internet, funzionando completamente in locale grazie all’AI di Google.

Per il resto i due smartphone hanno dotazioni piuttosto standard, con un processore Snapdragon 835 e 4 GB di RAM. La memoria interna può avere due diverse configurazioni: da 64 Giga e da 128 Giga.
Non c’è la ricarica wireless e manca il jack per le cuffie, ormai in fase di estinzione dopo la scelta di Apple di abbandonarlo lo scorso anno (c’è comunque un adattatore da USB-C al classico jack, per chi non vuole rinunciare alle sue cuffie).
Il lettore per le impronte digitali è collocato nella parte posteriore del telefono in una posizione più pratica rispetto a molti altri smartphone, ben distante dall’obiettivo della fotocamera. Il rivestimento posteriore è in alluminio, mentre nella parte superiore, dove c’è l’obiettivo della fotocamera, è in vetro e con una diversa tonalità di colore, cosa che dona vivacità e riconoscibilità rende i Pixel 2 e 2 XL meno monotoni e più riconoscibili.

Google Pixel 2e Google Pixel 2 XL: Cos’è Lens

Sui nuovi Google Pixel 2 e Google Pixel 2XL c’è una funzione sperimentale che si chiama Lens e che serve per riconoscere oggetti nelle fotografie: allo stato attuale funziona molto bene per la trascrizione di testi scritti o per riconoscere copertine di libri e dischi, ma Google sta lavorando per renderla sempre più performante ed in grado di riconoscere e dare informazioni su qualsiasi cosa venga fotografata.

Prezzi, data di uscita e colori di Google Pixel 2

Google, per la prima volta, venderà direttamente un modello di Pixel anche in Italia, dove finora gli smartphone di questo tipo potevano essere acquistati solo da alcuni importatori.
Questa modalità ovviamente non offriva grandissime garanzie in caso di rottura e per quanto riguarda l’assistenza tecnica. Almeno per ora, però, sarà disponibile solo il Google Pixel 2 XL, il modello più grande, al prezzo non indifferente di 989 euro.

Se volete conoscere Google Pixel 2 data uscita, per ora si sa solo che sarà disponibile entro la fine dell’anno il modello 2XL.
Alcuni rumors azzardano il 4 novembre, altri il 15 dello stesso mese.
Per quanto riguarda invece il Google Pixel 2 data uscita ancora non prevista in Italia. In ogni caso il Google Pixel prezzo di questo modello, qualora dovesse arrivare anche da noi, dovrebbe essere inferiore ai 700 euro, considerando che negli Stati Uniti il costo è di 649 dollari per il modello da 64 Giga e 749 dollari per quello da 128.

Intanto Google Pixel 2 XL può essere già prenotato nello store online di Google nelle colorazioni Just Black, Clearly White e Kinda Blue.

E voi, state pensando di acquistare un Google Pixel smartphone?

Last modified: 9 ottobre 2017